venerdì 27 febbraio 2015

FRANCOBOLLI & MANGA


Capita molto raramente che le poste italiane dedichino ai fumetti dei francobolli. La cosa è invece molto più diffusa in Giappone, ove personaggi di fumetti e cartoni animati sono considerati un vero e proprio patrimonio nazionale, e i loro protagonisti testimonial importanti per eventi di ogni tipo. A fine anno 2000, con l'approssimarsi dell'ingresso nel nuovo millennio, le poste giapponesi hanno emesso dei francobolli dedicati agli eventi più importanti del ventesimo secolo. Commercializzati a dieci alla volta, su fogli dalla grafica accattivante, quei francobolli sono spesso stati dedicati a personaggi dei manga e degli anime. Su uno dei fogli due francobolli da 50 yen (circa 40 centesimi) ciascuno erano ravvivati da immagini di Gundam. L'equipaggio della White Base (l'astronave su cui è accolto il robot gigante) ha avuto anche l'onore di vedersi immortalato sullo sfondo del foglio, grazie a un bel disegno di Yoshikazu Yasuhiko, uno degli autori più famosi della serie. Un altro foglio relativo al medesimo evento, dava invece spazio a due francobolli da 50 yen per Astroboy, il celebre robottino creato da Osamu Tezuka, e uno da 80 yen (circa 60 centesimi) a Sazae-san, protagonista anche del disegno che decorava il foglio. Per chi non la conoscesse, Sazae-san è un personaggio di Machiko Hasegawa, la cui striscia nata nel 1946 è famosissima in Giappone, dove è stata pubblicata fino al 1974. Sazae (san è un suffisso di cortesia) è una ragazza giapponese che vive semplici fatti quotidiani: dalle marachelle dei fratelli minori, alle gaffe con i vicini di casa. 
Nel 2001 le poste del Sol Levante hanno colpito di nuovo, dedicando due francobolli commemorativi da 80 yen a due importantissimi serial: Versailles no Bara (in Italia Lady Oscar) e Uchu Senkan Yamato (in Italia La Corazzata Yamato). 
Altro evento manga-filatelico importante è il seguente. Nel dicembre 2003 è cominciata la commercializzazione di serie di francobolli da 80 yen ciascuno dedicati al tema “Scienza, Tecnologia e Animazione”. La prima serie in questione ha tra i soggetti principali ancora Atom, personaggio arrivato per la prima volta in televisione nel 1963, quindi quarant'anni prima. Inoltre, ogni serie viene proposta in due fogli leggermente differenti, contenenti entrambi dieci francobolli. In questo caso, la prima versione propone sei francobolli di Atom in tre soggetti diversi, la seconda versione solo due francobolli per un solo soggetto, ma diverso dai precedenti. 
La seconda serie di francobolli porta alla ribalta Super Jetter, serie televisiva nata nel 1964 e avente quale protagonista un viaggiatore del tempo, per l’esattezza un giovane venuto dal 30mo secolo. La terza serie di francobolli dà spazio a Fushigina Melmo (“La strana Melmo”), serie SF di Osamu Tezuka pubblicata a partire dal 1971 e poi trasformata anche in serie televisiva. Protagonista è la piccola Melmo, che grazie a delle caramelle speciali avute dalla madre ormai scomparsa può trasformarsi: mangiando le caramelle blu acquistare dieci anni, mentre consumando le caramelle rosse ne perde altrettanti.
Altre iniziative si sono susseguite in questi anni e tra la più recenti, datate 2015, vi è un nuovo foglio dedicato ai personaggi di Leiji Matsumoto, in particolare le sue serie spaziali come Capitan Harlock e Galaxy express 999 (l'immagine di apertura di questo post). Per i fan dei fumetti, insomma, entrare in un ufficio postale giapponese è quasi una festa.
Gli interessati possono acquistare questi fogli chiedendoli a fioridiciliegioadriana@gmail.com.








CARTA DA LETTERE DI CANDY


Il personaggio di Candy Candy è molto popolare tra gli appassionati di fumetto giapponese (in particolare tra le ragazze), ma pochissimo merchandising è disponibile dato che, a causa di un conflitto legale tra le sue creatrici (la scrittrice Kyoko Mizuki e la disegnatrice Yumiko Igarashi), ogni produzione è bloccata da anni. Quindi, acquisiscono un particolare valore questi set di carta da lettere.
Per acquisti, come al solito ci si può rivolgere a fioridiciliegioadriana@gmail.com. 





domenica 11 gennaio 2015

SAILOR MOON POSTCARD SET


Tre set, contenenti cinque cartoline ognuno, dedicate a Sailor Moon (celebre manga e anime). Acquistabili richiedendole a fioridiciliegioadriana@gmail.com.





giovedì 17 luglio 2014

STUDIO GHIBLI


Cartoline sagomate reperibili presso il museo dello Studio Ghibli in Giappone. Per acquisti in Italia si può scrivere a fioridiciliegioadriana@gmail.com.


sabato 14 giugno 2014

ARION


Cartolina giapponese. Acquistabile scrivendo a fioridiciliegioadriana@gmail.com.

ARION
In un'era in cui gli dei ancora non vivevano separati dagli uomini, si svolge la storia di Arion, figlio di Demetra.
La vicenda inizia sulle dolci colline della Dacia, dove il giovane Arion sta guidando un gregge di pecore al pascolo. Ades, travestito da viandante, gli chiede notizie della cieca Demetra. Tra le divinità Zeus e Poseidone sta infatti per scoppiare una terribile guerra e Ades, dio degli inferi, desidera sapere da che parte si schiererà Demetra. Ma dato che la donna non vuole saperne del conflitto, Ades rapisce Arion. 
Il resto va scoperto leggendo il manga di Yoshikazu Yasuhiko o guardando il film in animazione che ne  è stato tratto.

giovedì 12 giugno 2014

UNA CARTOLINA PER GREY


Cartolina giapponese. Questa e molte altre possono essere acquistate scrivendo a fioridiciliegioadriana@gmail.com.

GREY
In un futuro distopico ogni cosa è controllata da un avanzatissimo computer e la società è divisa in sei livelli, dalla F alla A, fino al grado di cittadini. Le condizioni di vita di chi non appartiene alla classe dei cittadini non sono certo invidiabili e l‘unico modo per elevarsi a tale rango è arruolarsi in uno degli eserciti che il computer centrale fa combattere al solo scopo di fargli accumulare punti. Grey, il protagonista della storia, decide di diventare combattente dopo che la sua ragazza, Lips, viene uccisa proprio mentre combatte in quell’assurdo gioco.
Con un tratto pulito e asciutto, Grey è un succedersi di azione e riflessioni. L’aspetto dei personaggi, dai volti troppo simili, rappresenta un punto debole, ma la costruzione dinamica delle tavole e la solida trama lo rendono un manga di buon livello, che oscilla tra la fantascienza d’azione e quella speculativa. La storia è stata trasformata in un film in animazione dal titolo Grey: Digital Target.
© Yoshihisa Tagami/Tokuma Shoten

martedì 10 giugno 2014

FRANCOBOLLI MARVEL


Nel 2007 le poste americane hanno dedicato una serie di venti francobolli da 39 cent, disponibili anche insieme in foglietto (come quello dell'immagine), agli eroi della Casa delle Idee. I primi dieci francobolli presentano immagini di alcuni degli eroi più famosi (l'Uomo Ragno, Hulk, Namor, la Cosa, Capitan America, Silver Surfer, la Donna Ragno, Iron Man, Elektra e Wolverine), mentre i successivi dieci propongono copertine di albi storici come Amazing Fantasy 15 eIncredible Hulk 1. Sul retro del foglio, brevissime schede per ogni immagine. I francobolli sono adesivi. Il foglio è in vendita a 15,00 euro. Scrivere a castellazzi.davide@libero.it.

© Marvel Characters, Inc.

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Si riparte! Dopo anni di pigrizia, si ricomincia a postare francobolli, cartoline, lettere, ecc. legate al mondo dei fumetti. Con una novità: alcuni pezzi saranno messi in vendita. Buon divertimento.

martedì 20 dicembre 2011

BUON NATALE DA KIA ASAMIYA


Come molti fumettisti, anche Kia Asamiya (mangaka molto popolare in Occidente) è solito inviare auguri personalizzati alle persone e case editrici con cui lavora. Questo biglietto, del 1999, è ancora molto bello.

venerdì 11 novembre 2011

PEANUTS GIAPPONESI


In questo blog già si è accennato alla popolarità dei Peanuts in Giappone, e al florilegio di gaget (incluse carta da lettere e buste) a loro dedicati. Ecco altri due esempi di buste.

venerdì 14 ottobre 2011

CARTA DA LETTERE DI DRAGONBALL


Carta da letter e relativa busta di Dragonball. Un po' seriosa ma molto elegante. Di origine giapponese, in Italia si può provare a richiedarla a fioridiciliegio@alice.it.

sabato 11 giugno 2011

CARTA DA LETTERE ALIENA


Un carta da lettere davvero bella questa dedicata a Lamù, di cui potete vedere busta e foglio (bianco dall'altro lato per scrivere). Per chi non conoscesse Lamù, la protagonista del manga Urusei Yatsura (noto in Italia come Lamù, dal nome della protagonista, anche se in originale si chiama Lum) scritto e disegnato Rumiko Takahashi, pubblicato tra il 1978 e il 1987 sulla rivista Shonen Sunday della casa editrice Shogakukan, appassionando un pubblico sia maschile sia femminile, come spesso accade alle serie della Takahashi. Merito di una storia che mescola sapientemente umorismo e azione, sentimenti e trovate fantastiche, bishojo (belle ragazze) e paradossi fantascientifici. Tutto parte dalla convivenza tra il terrestre Ataru e l’aliena Lamù, che non è certo delle più semplici, dato che Ataru oltre a essere sfacciato e sgraziato è sempre pronto a correre dietro a qualsiasi ragazza terrestre, in particolar modo alla coetanea Shinobu che, ingelosita da Lamù, si lega all'aristocratico Mendo, al contrario attratto dall'aliena con cornina e discinto bikini. Al contempo tutti i compagni di classe di Ataru sbavano dietro a Lamù e accusano Ataru di tenerla prigioniera. Spuntano poi altre belle ragazze concupite da Ataru e compagni, extraterrestri un tempo legati sentimentalmente a Lamù e ogni sorta di creature buffe e pericolose. Ne consegue una babele di intricate situazioni, divertenti e vivacissime, in cui l’infuriata aliena colpisce con scariche ad alto voltaggio il malcapitato Ataru ogni qualvolta posa lo sguardo su una ragazza, mentre scontri apocalittici devastano la scuola e il quartiere di Tokyo dove abita Ataru. Un crescendo di distruzione che non impedisce ai protagonisti, all’inizio di ogni nuova puntata, di ricominciare all’infinito il loro eterno teatrino.
L’equazione manga di successo uguale anime di successo si applica con efficacia anche a Lamù, che nel 1981 diviene una lunghissima serie televisiva in 195 episodi, prodotta da Kitty Films, Studio Pierrot e Fuji Television. In seguito, i personaggi di Urusei Yatsura divengono protagonisti anche di molti film altrettanto esilaranti, per l’esattezza 11 OAV e 6 lungometraggi cinematografici.
Così come il manga, anche gli anime di Lamù tendono ad accattivarsi le simpatie di un pubblico di entrambi i sessi. Non solo, pur essendo ospitato su una magazine diretta a un pubblico di ragazzini, Urusei Yatsura piace anche agli adolescenti e addirittura agli adulti. Difficile individuare il motivo di una popolarità tanto trasversale, ma certamente una delle sue componenti principali sta nella capacità di abbinare quotidiano e fantastico. Una particolare miscela che la Takahashi confessa di avere in parte assorbito dai libri di Tsutsui Yasutaka, scrittore attualmente ben noto ai fan di manga e anime (a suoi romanzi sono ispirati i lungometraggi in animazione Paprika e La ragazza che saltava nel tempo), ma a fine anni Settanta noto principalmente ai lettori di fantascienza. Sempre da Tsutsui arriva il gusto per lo slapstick, ovvero per la comicità basata sul linguaggio del corpo, di cui i personaggi Urusei Yatsura sono estremamente dotati. Con le loro movenze buffe, le espressioni facciali esagerate, una gestualità eccessiva per i giapponesi, inviano continui messaggi a lettori e spettatori, moltiplicando l’effetto comico.
Tornando alla carta da lettere, è possibile acquistarla anche in Italia, basta scrivere a fioridiciliegio@alice.it.